Valle di Assisi - Hotel Santa Maria degli Angeli - Hotel 4 stelle Assisi - Hotel Spa Assisi -  Resort Assisi

Gennaio è il mese dei buoni propositi, delle speranze, dei nuovi inizi. E quale miglior proposito di un’immersione nell’arte ad inizio anno? L’Umbria è densa di borghi, città e paesaggi degni di tele impressioniste, e Assisi è sicuramente una tra le destinazioni più belle.

Rinomata nel mondo come terra natia di San Francesco, conserva al suo interno chiese intrise di misticismo, monumenti medievali e vicoli scavati tra scorci di natura verdissima. Visitare Assisi in un giorno è un modo piacevole per inaugurare il nuovo anno con la bellezza negli occhi. Iniziamo il tour, dunque!

 

Il volto sacro di Assisi

 

Patria di San Francesco, Assisi si distingue per l’elevata quantità di edifici sacri, tutti conservati perfettamente e ricchi di fascino. La prima tappa del vostro tour dovrebbe essere proprio la Basilica di San Francesco, eretta nel 1230, dopo solo 4 anni dalla morte del santo. Il complesso, da lontano, appare come una maestosa roccaforte unica, ma, a ben vedere, si compone di due distinte chiese sovrapposte: la basilica superiore e quella inferiore, oltre alla cripta con la tomba di San Francesco. All’interno della basilica, passeggerete attraverso la storia dell’arte italiana, ammirando capolavori di Cimabue, Giotto, i Lorenzetti, Simone Martini.

La Basilica di Santa Maria degli Angeli in Porziuncola è la seconda chiesa legata a San Francesco, tanto che venne costruita per racchiudere e tutelare alcuni luoghi cardine della sua vita terrena. Innanzi tutto, la Porziuncola, intima chiesa del IV secolo prediletta dal santo, che qui compose il Cantico delle Creature.  Nella Basilica si trova anche il Transito, una stanzetta in pietra occupata dall’infermeria del convento, dove San Francesco trascorse gli ultimi giorni della sua vita prima di morirvi il 3 ottobre 1226. Una visita merita anche il Roseto della basilica, dove si narra che il santo si rotolasse per vincere il dubbio e la tentazione.

La Basilica di Santa Chiara, seguace fedelissima di San Francesco, è forse meno nota delle precedenti, ma emana la medesima, mistica, aura. L’edificio ricalca i linguaggi dello stile gotico-umbro, con pianta a tre navate, che conducono all’altare e all’oratorio. La chiesa conserva alcune reliquie appartenenti al santo e a Santa Chiara stessa, seppellita nella cripta sottostante la basilica.

 

L’anima laica del borgo

 

Accanto ai monumenti religiosi, Assisi vanta interessanti architetture civili come quelle che ornano Piazza del Comune. La Torre del Popolo, imponente e a pianta quadrata, fu costruita per ospitare la famiglia del Capitano del Popolo. Svetta altera oggi sul panorama cittadino, riportando indietro nel tempo i locali ad ogni rintocco dell’antico orologio.  Di fronte alla Fontana dei tre leoni, in Piazza del Comune, si trova il Palazzo dei Priori, sorto nel 1275 e oggi sede del Municipio.

Siete allergici ai tour “classici”? Tuffatevi allora nel sottosuolo cittadino: un percorso guidato vi condurrà alla scoperta di Assisi Sotterranea, dal Foro Romano a due domus romane con dipinti assimilabili alle pitture pompeiane.  La Domus Larario, una tra le meglio conservate dell’antichità, risale al periodo tra il 1° secolo a. C. e il 1° secolo d.C. e si trova al di sotto del Palazzo Giampè in Via Sant’Antonio, in pieno centro storico. La Domus di Properzio, eretta al 1° secolo d.C., riposa sotto la Chiesa di Santa Maria Maggiore. Entrambe vantano decorazioni parietali, pavimentazioni preziose e mosaici incantevoli.

Se potete ritagliarvi un po’ di tempo per il tour di Assisi, vi consiglio caldamente di risalire il pendio che conduce alla Rocca Maggiore. L’antichissima fortezza venne eretta in diversi periodi, ma la prima costruzione risale al 1183, per volere di Federico Barbarossa. Distrutta dalla popolazione in rivolta, la rocca venne ricostruita ed ampliata a partire dal 1365. Dal 1600 non vi ha soggiornato più nessuno, permettendoci di godere appieno dell’originario splendore. Passeggiare tra mura secolari e ammirare Assisi da una simile altezza è sicuramente un’esperienza sinonimo di Bellezza.

Ultimi Post

Umbria cuore verde: viaggiare sostenibile al Valle di Assisi

Scopri tutti i dettagli

Iniziare l’Anno in Arte: tour tra le bellezze di Assisi

Scopri tutti i dettagli

La Rocciata di Assisi, delizia invernale dello Chef

Scopri tutti i dettagli