Valle di Assisi - Hotel Santa Maria degli Angeli - Hotel 4 stelle Assisi - Hotel Spa Assisi -  Resort Assisi

L’Umbria è l’unica regione dell’Italia centrale sprovvista di mare, ma non è necessariamente un difetto, anzi! Al posto di spiagge affollate e slalom tra asciugami e ombrelloni, la nostra terra offre morbide campagne, radure silenziose, fronde sotto cui ripararsi nei giorni più caldi, giochi d’acqua e borghi incantati. La destinazione ideale per un’estate rilassante ma anche divertente, in coppia o in famiglia, tra natura, storia ed esperienze da immortalare in mille scatti.

Come sapete, al Valle di Assisi adoriamo i piccoli ospiti, dunque abbiamo raccolto per voi le 5 cose da fare assolutamente in Umbria durante un viaggio in famiglia. Curiosi? Continuate a leggere e iniziate a pianificare la vostra vacanza estiva da noi.

 

1. Una giornata al Lago Trasimeno

 

È vero, in Umbria non abbiamo il mare, ma possiamo godere di un lago sconfinato e ricco di fascino: il Lago Trasimeno. Trascorrere una giornata sulle sue sponde, a passeggio tra le graziose cittadine che lo cingono - Castiglione del Lago, Passignano sul Trasimeno, San Feliciano, Panicale – regala boccate di quiete e benessere. Imperdibili la rocca a picco sull’acqua di Castiglione del Lago e una capatina in un bar caratteristico all’ora dell’happy hour.

Con i bambini, consigliamo anche una gita in barca alle isole visitabili del Trasimeno, l’Isola Polvese e l’Isola Maggiore, raggiungibili con traghetti in partenza dalle principali cittadine sul lago. Infine, una bella pedalata a tutta natura lungo la pista ciclabile del Lago Trasimeno: sessanta chilometri di boschi, borghi in pietra, prati che sembrano disegnati per picnic in famiglia ed ettari di cielo terso.

 

2. La Fantapasseggiata alla Cascata delle Marmore

 

La Cascata delle Marmore è una tappa obbligata per una vacanza in famiglia in Umbria. Nonostante noi l’abbiamo ammirata più volte, rapisce sempre per l’inspiegabile armonia tra il fragore delle acque e la magnifica natura circostante.

Potete godere dell’incredibile spettacolo grazie a diverse escursioni, anche notturne, ma in famiglia consigliamo la Fantapasseggiata, pensata per i piccoli di casa. Un simpatico folletto scorterà i bambini attraverso luoghi segreti e bellissimi racchiusi, in una visita divertente ed istruttiva. Prima di acquistare i biglietti, controllate gli orari per godere dei momenti di maggior portata e spettacolarità delle cascate…resterete tutti estasiati, grandi e piccini.

 

3. Gubbio, città dei matti

 

Gubbio ha un volto ammaliante, punteggiato di torri, cattedrali, ampie piazze e vicoli in pietra. Oltre che per le meraviglie architettoniche, però, merita una visita con i bambini per l’originale primato di città dei matti. La definizione deriva dalla fontana dei matti (in origine Fontana del Bargello), capace di conferire una patente dei matti. Più precisamente, se farete tre giri intorno alla fontana e verrete “battezzati” dagli zampilli che ne fuoriescono, potrete richiedere il riconoscimento all’Associazione Maggio Eugubino. Attenti però: il tutto deve avvenire davanti agli occhi di un abitante di Gubbio, altrimenti l’impresa non sarà considerata valida e non potrete divenire ufficialmente “matti”. Provate ad aggiudicarvi la patente eugubina con i vostri bimbi, in alternativa potrete acquistarne una copia nei negozi di souvenir della piazza, sarà comunque un ricordo unico!

Passeggiate nel vivace centro storico ed ammirate i fabbri a lavoro nelle tipiche fucine, magari con in mano la tipica crescia al panaro, farcita di salumi, spuntino golosissimo per tutta la famiglia.

 

4. Un pomeriggio in fattoria

 

Per un pomeriggio diverso dal solito, dirigetevi alla Fattoria di Doriana, a Foligno.  Potrete scegliere tra tante attività formative e ricreative disegnate per bambini dai 3 ai 12 anni. Laboratori con lana cardata o per la creazione di bambole di granoturco, percorsi conoscitivi, passeggiate a cavallo e molto altro vi aspettano in un ambiente accogliente ed immerso nel verde. I vostri piccoli potranno entrare in contatto con i tanti animali della fattoria - mucche, maiali, pecore, galline, oche, papere, cavalli ed asini – imparando a conoscerli e ad apprezzarne le particolarità.

 

5. Il mondo fantastico di Narni

 

Altra tappa da annotare sul vostro programma di viaggio è Narni, che ispirò lo scrittore C.S. Lewis per il suo romanzo “Le cronache di Narnia” (antico nome di Narni). Arroccato sulla collina con vista sull’intera valle del Nera, la città custodisce oltre tremila anni di storia ed è una continua, splendida sorpresa. Il Museo interattivo di Palazzo Eroli è decisamente a misura da bambino, con giochi interattivi, laboratori e contenuti multimediali che guidano all’entusiasmante scoperta dell’antica Narni.

Per un viaggio nel cuore più profondo della città, visitate Narni sotterranea, un percorso scavato nella roccia già in epoca etrusca. L’itinerario inizia dal Convento di San Domenico, prosegue con acquedotti, cisterne, cripte segrete e una prigione con tanto di graffiti lasciati dai prigionieri. Il viaggio indietro nel tempo si conclude con la volta in pietra del Lacus, dove ragazzi e bambini potranno divertirsi nel nuovissimo percorso avventura indoor, il NarniAdventures, inaugurato l’anno scorso.

Ultimi Post

Valle di Assisi, i souvenir speciali da portare a casa

Scopri tutti i dettagli

Estate in famiglia: 5 cose da fare in Umbria con i bambini

Scopri tutti i dettagli

Trekking in Umbria, tra Monti Sibillini e parco fluviale del Nera

Scopri tutti i dettagli