Valle di Assisi - Hotel Santa Maria degli Angeli - Hotel 4 stelle Assisi - Hotel Spa Assisi -  Resort Assisi

Oggi vi conduciamo lungo i sentieri magici del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, un parco naturale protetto che si estende per oltre 70 mila ettari tra Umbria e Marche. Un vero tempio della natura.

La vastità del territorio lo rende variegato e pieno di cose meravigliose da scoprire. Fiumi e torrenti con gole alte e strette si alternano a cascate, valli dolcissime e scoscese salite. Ecco perché è una destinazione perfetta per tutti coloro che vogliono passare una giornata circondati dal verde, sia le famiglie, che gli appassionati di trekking e mountain bike.

 

La leggenda della Sibilla

Il Parco dei Monte Sibillini è magico già a partire dal suo nome: la catena montuosa al centro del parco prende infatti il nome dalla mitica Sibilla, una giovane che secondo la leggenda sapeva predire il futuro attraverso oscuri oracoli.

Ma la magia non si ferma qui: da secoli si crede che questi territori siano abitati da fate, stregoni e altri incredibili personaggi tra fantasia e realtà.

La Grande Via percorre l’intero parco, dove sono disseminati Musei-Centri visita per conoscere tutti i segreti del luogo, e permette di raggiungere 18 percorsi che arrivano in tutti i Comuni del territorio.

 

5 Cose da non perdere nel Parco dei Monti Sibillini

Tra le tante cose da fare e vedere, vi consigliamo le 5 da non perdere:

  1. Sentieri Natura: se volete fare una passeggiata non impegnativa, potete scegliere tra 18 Sentieri Natura per godervi i meravigliosi paesaggi del parco. Se siete fortunati, potreste incontrare caprioli, aquile reali, istrici, gatti selvatici e farfalle di Apollo. Ma anche vedere splendidi esemplari di fiori, piante e alberi, come la stella alpina, castagni, faggi e aceri bianchi.
  2. Il Grande Anello dei Sibillini: per gli escursionisti più esperti, c’è un meraviglioso percorso di 120 km che si sviluppa per tutta l’estensione del parco, si può percorrere a piedi suddiviso in tappe, a cavallo e in mountain bike.
  3. I piani di Castelluccio di Norcia durante la fioritura: ogni anno tra maggio e luglio, il piccolo borgo di Castelluccio regala una vista spettacolare sulle pianure circostanti, inondate di fiori variopinti, quelli di lenticchie, genzianelle, papaveri, narcisi, violette, asfodeli e molto altro ancora.
  4. Il Lago di Pilato: sul monte Vettore, il più alto della catena montuosa, si trova questo lago glaciale dalle fattezze incredibili, lunari e surreali. Ha una forma che ricorda quella di un paio di occhiali e la sua fama si deve alla leggenda secondo cui qui giace Ponzio Pilato, condannato a morte da Tiberio.
  5. Le Gole dell’Infernaccio: nascono dal fiume Tenna, che nel corso dei millenni ha scavato lungo le rocce e i boschi queste gole di impareggiabile bellezza, con ruscelli e cascatelle. All’inizio delle gole si possono ammirare le “Pisciarelle”, piccole cascate di gocce d’acqua che scendono dalle rocce sovrastanti con l’effetto di una vera e propria doccia, meravigliose quando sono investite dal sole.

Se volete saperne di più, potete consultare tutti i sentieri percorribili sul sito ufficiale del Parco dei Monti Sibillini.

Ultimi Post

Natale ad Assisi: eventi e offerte speciali

Scopri tutti i dettagli

Scatta l’autunno e vinci il nostro vino

Scopri tutti i dettagli

Il Gelato all’Olio d’Oliva più buono che c'è: quello del Valle di Assisi

Scopri tutti i dettagli