Valle di Assisi - Hotel Santa Maria degli Angeli - Hotel 4 stelle Assisi - Hotel Spa Assisi -  Resort Assisi

Il territorio umbro custodisce un ricco patrimonio enogastronomico, figlio di una regione florida e verdissima. Se è vero che i salumi, i formaggi artigianali, i piatti di carne e il pesce di lago figurano spessissimo sulle nostre tavole, i prodotti davvero tipici in Umbria sono di origine vegetale. I frutti della terra e del sole, materie prime genuine e capaci di sprigionare sentori memorabili.

Farro, miele, olio extravergine d’oliva e tartufo sono alcune eccellenze umbre che arricchiscono anche il menù del ristorante Recanto di Hotel Valle di Assisi.

 

Il cereale più antico

 

Il farro è un cereale antichissimo, noto in Italia già nell’età del Bronzo, quando costituiva una parte importante del vettovagliamento dell’esercito Romano. In seguito venne usato come moneta di scambio, tanto grande era percepito il suo valore. Alimento oggi fondamentale della tradizione umbra, la varietà di farro di Monteleone di Spoleto DOP è ricca di vitamine e sali minerali, oltre che di un sapore autentico.

Sulle tavole umbre, questo cereale si gusta in zuppe e minestre di legumi, in insalata, come base per la polenta, nell’impasto di pane e focacce o nei dolci della tradizione. Insomma, da un ingrediente apparentemente semplice, la cucina regionale sa trarre ricette degne di luculliani banchetti.

 

Dolcezza in barattolo

 

L’Umbria è il cuore verde dell’Italia e proprio la rigogliosa vegetazione rappresenta la condizione ideale per la produzione del miele, altro prodotto tipico. Nelle zone di Norcia, Gubbio, Colfiorito e Città di Castello è semplicissimo per le api reperire il polline da diversi tipi di fiori e farne dolce nettare. L’apicoltura umbra si origina con le prime civiltà insediate nella regione ed è stata tramandata da Etruschi e Romani, fino ad affinarsi ai giorni nostri. Le varietà di miele più diffuse in Umbria sono il miele di castagno, scuro con tonalità rosse e dai sentori intensi ed amarognoli, il miele di acacia, più chiaro e piacevolmente liquido, il miele di girasole, di colore giallo vivo e gusto delicato, e il miele millefiori, ambrato e il più utilizzato, diverso a seconda dei pollini coinvolti nella produzione.

Oltre a dolcificare caffè e tisane, il nostro miele è versatile ingrediente di preparazioni dolci e guarnisce golose leccornie della tradizione, come gli strufoli di Carnevale.

 

Prelibato frutto della terra

 

La nostra è terra d’elezione per la raccolta del tartufo, vera gemma del sottobosco locale. Tre le tipologie principali reperibili in Umbria: il rarissimo tartufo bianco, il pregiato tartufo nero e lo scorsone estivo. Il bianco si raccoglie da ottobre a dicembre ma ne nascono pochi esemplari, è delicatissimo e nobilita ogni primo piatto, cosparso in sottili lamelle, rigorosamente a crudo.

Il tartufo nero matura da marzo a novembre, ha la superficie rugosa e scura, ma all’interno racchiude un gusto deciso e dettagli inaspettati. Il tartufo nero di Norcia, ad esempio, presenta una polpa scura ma con splendide venature bianche, una volta cotto intensifica la già robusta fragranza e soddisfa ogni palato. Lo scorsone estivo, infine, cresce da maggio ad agosto, ha una superficie nera e frastagliata e polpa color nocciola.

 

Olio fa rima con oro

 

La pianta che probabilmente rappresenta meglio di tutte la nostra regione è l’olivo, basti pensare al ramoscello simbolo della pace e icona della fede di San Francesco di Assisi. L’Umbria gode delle condizioni climatiche e geomorfologiche ideali per la coltivazione dell’olivo e la produzione di un nobile olio extravergine dai sentori fruttati.

Tre sono le varietà maggiormente diffuse sul nostro territorio in precise aree: il Moraiolo (Colli Assisi-Spoleto), il Leccino (Colli Orvietani) e il Frantoio (Colli Martani – Colli Amerini – Colli del Trasimeno). Le caratteristiche di queste cultivar divergono lievemente per note aromatiche e gustative, ma le preziose proprietà nutritive restano inalterate. L’olio locale è perfetto tocco finale di zuppe e piatti freddi, si sostituisce al burro in portate estive, spruzzato sul pane appena sfornato ne fa una merenda irresistibile.

Questi sono solo alcuni degli utilizzi più noti dell’oro verde dell’Umbria, venite a scoprirne gli altri al nostro ristorante Recanto.

 

Ultimi Post

IL MASSAGGIO INFANTILE SHANTALA

Scopri tutti i dettagli

TUTTI I BENEFICI DEGLI SPORT ALL' ARIA APERTA

Scopri tutti i dettagli

L’UMBRIA IN BICI INIZIA DA NOI

Scopri tutti i dettagli